Quando ho l’ovulazione?

Quando ho l’ovulazione?

Per aumentare le possibilità di concepimento è utile riuscire a capire quando si sta ovulando…

Il primo passo per rimanere incinta è assicurarsi che l'uovo e lo sperma siano in grado di incontrarsi. Questo può essere più complicato di quanto sembri.

Di solito il corpo della donna rilascia un uovo ogni mese durante un processo chiamato ovulazione. E tale uovo deve essere fecondato subito dopo.

Per aumentare le possibilità di concepimento è dunque importante riuscire a sapere quando si sta ovulando. In questo modo si avrà un’indicazione del momento giusto in cui avere un rapporto sessuale ai fini della procreazione.

Ci sono molti metodi per arrivare a conoscere il momento giusto.
Ecco i più comuni.

Tenere il conto del ciclo sul calendario

I medici dicono che è meglio avere rapporti sessuali durante tutti i giorni dell’ovulazione, specialmente durante i 5 giorni precedenti. Questo lasso di tempo è chiamato la "finestra fertile". Lo sperma può sopravvivere per alcuni giorni all'interno del corpo femminile, quindi è ideale che sia già presente quando si ovula.

Se il ciclo mestruale dura 28 giorni ed è puntuale, è probabile che l’ovulazione avvenga il giorno 14, ovvero alla metà del ciclo. Poiché la finestra fertile inizia il giorno 10, è più probabile rimanere incinta se si hanno rapporti sessuali almeno ogni giorno tra i giorni 10 e 14 di un ciclo di 28 giorni.

Fare attenzione ai cambiamenti del corpo

I livelli ormonali cambiano durante il ciclo mestruale.
Durante la prima metà del ciclo, le ovaie producono estrogeni. Quando i livelli di estrogeni diventano abbastanza elevati, le ovaie rilasciano un uovo. Dopodiché il corpo inizia a produrre progesterone. Questo provoca un innalzamento leggero della temperatura corporea

Per individuare meglio la finestra fertile, è bene tenere traccia della temperatura, misurata ogni giorno prima di alzarsi dal letto. Questa lettura è nota come temperatura corporea basale. Se si prende nota di questo valore per alcuni mesi, si riuscirà ad identificare uno schema temporale che mostra quando si ovula.

La produzione di ormoni cambia anche la consistenza del muco cervicale, il liquido che proviene dalla cervice, situata alla fine dell’utero. Quando il corpo è pronto per ovulare, produce più muco, che sembra più elastico e scivoloso, un po’ come la chiara dell’uovo crudo. Questa particolare consistenza aiuta lo sperma a nuotare all'interno del corpo. Se ci si accorge di questo cambiamento del muco, si dovrebbe essere all’interno della propria finestra fertile.

Test per l’ovulazione

Questi test, che si possono acquistare in farmacia, danno un'idea più precisa di quando si verifica la propria finestra fertile. Analizzano le urine per misurare i livelli dell’ormone luteinizzante (LH), che aumentano tra le 24 e le 36 ore prima dell'ovulazione.

Questi kit contengono abbastanza strisce reattive per consentire di controllare i livelli di LH più volte durante il ciclo mestruale. Si deve iniziare il test alcuni giorni prima dell’ovulazione e ripetere la misurazione anche nei giorni successivi per individuare il giorno esatto. Il periodo in cui i livelli di LH sono più alti, coincide con la finestra fertile.

Un leggero dolore

È possibile “sentire” l’ovulazione, ma spesso le donne non se ne accorgono. Si potrebbe notare un leggero dolore alle ovaie a metà del ciclo mestruale. Ma se si sta cercando di rimanere incinta, non bisogna fidarsi di questa sensazione. È comunque il metodo meno attendibile per individuare la propria finestra fertile.

Chiedi al tuo medico

Alcune donne non ovulano seguendo un programma prestabilito. Se non si riesce a capire quando questo succede o se il proprio ciclo mestruale non è regolare, meglio chiedere sempre aiuto al proprio medico.

Fonte: WEBMD.COM

| Indietro