Acido folico in gravidanza

In gravidanza la necessità dei folati aumenta per tre motivi fondamentali:

  1. per prima cosa si verifica un’espansione della massa ematica materna;
  2. inoltre si è di fronte ad una notevole attività mitotica embrionale e materna;
  3. infine si osserva un incremento della replicazione cellulare in utero e mammella .

Ecco perché diventa indispensabile continuare la supplementazione quotidiana di acido folico nelle donne in gravidanza.

Da uno studio del 2000 (Mahomed, Cochrane Database Syst Rev 2000) si evince come la supplementazione con folati comporti una riduzione della percentuale delle donne che presentano nel terzo trimestre di gestazione bassi valori di emoglobina e una riduzione della eritrpoiesi megolablastica.

Infatti la carenza di folati può causare direttamente l’insorgenza di un’anemia megaloblastica ed indirettamente, mediante la conseguente iperomocisteinemia che ne deriva, l’instaurarsi di diverse patologie della gravidanza stessa (aborto ricorrente, preeclampsia, parto pretermine, distacco di placenta, basso peso alla nascita, IUGR, malformazioni fetali).

Vuoi maggiori informazioni per una corretta assunzione di acido folico, vitamine e sali minerali durante la gravidanza?
Visita www.natalben.it