X
GO

I dolori “scomodi” della gravidanza: mal di testa, nausea e altri. Ecco alcuni consigli per alleviarli

Durante la gravidanza la donna può avvertire fastidi, disagi e, a volte, dolori, alcuni di questi fugaci e altri invece permanenti.

Tali dolori “scomodi” possono verificarsi nelle prime settimane, mentre altri si presentano più ci si avvicina al momento del parto. Alcuni appaiono presto e poi spariscono, solo per tornare più tardi nei 9 mesi.

Ogni gravidanza è unica, quindi non è detto che la donna sperimenti tutti i tipi di fastidi o dolori che avvertono le altre.

Come sempre, se si verificano condizioni di disagio particolari è sempre meglio segnalarle al proprio ginecologo.

I fastidi e dolori elencati di seguito sono considerati parte normale della gravidanza e non sono esaustivi di tutti quelli che si possono verificare durante i 9 mesi di gestazione.

Cambiamenti del seno in gravidanza

La maggior parte delle donne in gravidanza avverte dei cambiamenti nel proprio seno. In genere le dimensioni aumentano man mano che le ghiandole del latte crescono e il tessuto adiposo si allarga, causando compattezza e indolenzimento del seno durante i primi e gli ultimi mesi della gravidanza. Possono anche comparire delle vene bluastre quando aumenta l'afflusso di sangue. I capezzoli possono diventare più scuri e a volte un liquido denso chiamato colostro può fuoriuscire dal seno. Tutti questi cambiamenti possono considerarsi “normali”.

Consigli:

  • Indossa un reggiseno che offra un valido sostegno.
  • Scegli reggiseni di cotone o realizzati con fibre naturali.
  • Sostituisci il reggiseno con uno più grande man mano che il seno cresce.
  • Il reggiseno dovrebbe adattarsi bene senza irritare i capezzoli. Esistono in commercio reggiseni premaman o allattamento, che forniscono un maggiore supporto.
  • Indossa il reggiseno anche durante la notte.
  • Infila un fazzoletto di cotone o una garza in ogni coppa del reggiseno per assorbire eventuale liquido fuoriuscito. In commercio esistono delle coppette assorbi liquido usa e getta. Assicurati di cambiare questi “cuscinetti” secondo necessità, in modo che la pelle non si irriti.
  • Lava il seno con acqua calda e sapone neutro in modo che non si verifichi secchezza.

Affaticamento durante la gravidanza

Sentirsi stanche in gravidanza è una condizione dovuta al fatto che lo sviluppo del bambino in grembo richiede energia extra. A volte, la stanchezza è un segno di anemia (basso contenuto di ferro nel sangue), che è comune durante la gravidanza.

Consigli:

  • Fai il pieno di energie; vai a letto prima e fai un pisolino durante il giorno.
  • Fai una vita regolare quando possibile.
  • Equilibra l'attività con il riposo.
  • L’esercizio fisico moderato aumenta quotidianamente il tuo livello di energia.
  • Esegui regolarmente gli esami del sangue per tenere sotto controllo un’eventuale anemia.

Nausea e vomiti in gravidanza

È molto comune avere mal di stomaco durante la gravidanza. È un fastidio associato ai cambiamenti ormonali. Di solito accade all'inizio della gravidanza, mentre il corpo si sta adeguando ai livelli ormonali più elevati. La buona notizia è che la nausea di solito scompare entro il quarto mese di gravidanza (sebbene in alcuni casi possa persistere per tutti i 9 mesi). Può presentarsi in qualsiasi momento della giornata ma può peggiorare la mattina, quando lo stomaco è vuoto o se non si mangia abbastanza.

Consigli:

  • Se la nausea è un problema al mattino, mangia cibi secchi come cereali, toast o cracker prima di alzarti dal letto. Prova a mangiare uno spuntino ad alto contenuto proteico come carne magra o formaggio prima di andare a letto (le proteine impiegano più tempo a essere digerite).
  • Lo zenzero può aiutare a combattere la nausea.
  • Mangia piccoli pasti o spuntini ogni due o tre ore anziché tre pasti abbondanti al giorno. Mangia lentamente e mastica a lungo il cibo.
  • Sorseggia liquidi durante il giorno. Evita grandi quantità di liquidi contemporaneamente. Prova succhi di frutta freschi, come il succo di mela o uva.
  • Evita cibi piccanti, fritti o grassi.
  • Se ti disturbano gli odori forti, mangia cibi freddi o a temperatura ambiente per ridurli al minimo ed evita gli ambienti che ne sono impregnati.
  • Parla con il medico in merito all’assunzione di vitamine ed eventuali trattamenti naturali o farmacologici che possono fornire sollievo.
  • In caso di vomiti costanti e gravi contatta subito il medico. Il rischio è la disidratazione.

Minzione frequente in gravidanza

L'utero in crescita e il bambino premono contro la vescica, causando una frequente necessità di urinare durante il primo trimestre. Questo accadrà di nuovo nel terzo trimestre, quando la testa del bambino tenderà a scendere nel bacino preparandosi alla nascita.

Consigli:

  • Non indossare biancheria intima attillata, pantaloni o collant.
  • Se avverti bruciori mentre fai pipì, potrebbe essere un segno di infezione del tratto urinario. Meglio contattare il ginecologo per trattarla.

Mal di testa in gravidanza

Il mal di testa può verificarsi in qualsiasi momento durante la gravidanza. Può essere causato da tensione, congestione, costipazione o, in alcuni casi, preeclampsia.

Consigli:

  • Metti un impacco di ghiaccio sulla fronte o sulla parte posteriore del collo.
  • Riposati, siediti o sdraiati in silenzio in una stanza poco illuminata. Chiudi gli occhi e cerca di rilassare schiena, collo e spalle.
  • Se il mal di testa non scompare, è grave e provoca nausea o influisce sulla vista, informa il tuo medico.

Gengive gonfie e sanguinanti

La gravidanza influenza anche la bocca. Infatti, la circolazione sanguigna e i livelli ormonali possono rendere le gengive dolenti, gonfie e sanguinanti. Possono anche verificarsi fenomeni di epistassi nasale.

Consigli:

  • Fai un controllo dentale all'inizio della gravidanza per assicurarti che denti e bocca siano sani. Consulta il tuo dentista se noti un problema particolare.
  • Lava sempre i denti, utilizza il filo interdentale regolarmente e risciacqua quotidianamente la bocca con un collutorio antisettico.

Stipsi in gravidanza

A volte in gravidanza si soffre di stitichezza, in quanto ormoni, eventuali vitamine e integratori di ferro assunti creano costipazione, ovvero difficoltà nel passaggio delle feci o passaggio incompleto o raro delle feci dure. Anche la pressione sul retto dell'utero può causare stitichezza.

Consigli:

  • Aggiungi più fibre alla dieta (come cibi integrali, frutta fresca e verdura).
  • Bevi molti liquidi al giorno (almeno 6-8 bicchieri d'acqua e 1-2 bicchieri di frutta o succo di prugna).
  • Bevi liquidi caldi, soprattutto al mattino.
  • Fai esercizio quotidiano.
  • Valuta con il medico l'uso di un lassativo.

Emorroidi in gravidanza

Le emorroidi sono rigonfiamenti delle vene che compaiono dolorosamente sull'ano. Durante la gravidanza, possono formarsi a causa di un aumento della circolazione e della pressione sul retto e sulla vagina del bambino in crescita.

Consigli:

  • Cerca di evitare la costipazione. La costipazione può causare emorroidi e renderle più dolorose.
  • Evita di stare seduta o in piedi per lunghi periodi di tempo; cambia frequentemente la tua posizione.
  • Non sforzarti durante i movimenti intestinali.
  • Applica impacchi di ghiaccio o impacchi freddi sulla zona o fai un bagno caldo alcune volte al giorno per avere sollievo.
  • Evita biancheria intima attillata, pantaloni o collant.
  • Se hai bisogno di ulteriore aiuto, consulta il medico.

Fonti:

  • The American Pregnancy Association
  • WEBMD.COM