X
GO

Perché conservare il sangue del cordone ombelicale?

Ci sono così tante cose a cui pensare quando si aspetta un bambino. Una di queste dovrebbe essere il preoccuparsi di cosa fare del sangue del cordone ombelicale del neonato.

Un tempo veniva gettato via alla nascita, ma ora molti genitori conservano il sangue per la salute futura del loro bambino.

Infatti, il sangue del cordone ombelicale è ricco di cellule staminali che possono essere impiegate contro il cancro, malattie del sangue come l'anemia e alcuni disturbi del sistema immunitario.

Il sangue è facile da raccogliere e contiene una quantità di cellule staminali 10 volte maggiore rispetto a quella del midollo osseo.

Le cellule staminali del sangue del cordone ombelicale raramente portano malattie infettive e hanno la metà delle probabilità di essere rigettate rispetto alle cellule staminali adulte.

Qual è la procedura per conservare il sangue del cordone?

Dopo il parto, il medico stringe il cordone ombelicale in due punti, a circa 10 pollici di distanza, e taglia il cordone, separando quindi la madre dal bambino. Poi inserisce un ago nel cordone e raccoglie almeno 40 millilitri di sangue, che viene sigillato in una sacca e inviato a un laboratorio o una banca del sangue del cordone ombelicale per il test e la conservazione. Il processo richiede solo pochi minuti ed è indolore per madre e bambino.

La banca del sangue cordonale può anche inviare un kit di tubi e provette per la raccolta del sangue.

Dove è conservato il sangue del cordone ombelicale?

Ci sono tre opzioni.

Le banche pubbliche non fanno pagare nulla per la conservazione. Qualsiasi donazione fatta è disponibile per chiunque ne abbia bisogno. La banca può anche utilizzare il sangue del cordone ombelicale donato per la ricerca.

Le banche private (a pagamento) conserveranno il sangue donato per l'uso esclusivo del donatore e dei membri della sua famiglia. Possono essere costose. Queste banche in genere hanno un costo fisso per la raccolta del sangue e una tariffa annuale per l'archiviazione.

Le banche a donazione diretta sono una combinazione di banche pubbliche e private. Conservano il sangue del cordone ombelicale per uso pubblico. Ma accettano anche donazioni riservate alle famiglie. Non viene addebitato alcun costo.

Perché depositare il sangue del cordone ombelicale?

Uno studio afferma che la possibilità che un bambino utilizzi il sangue del cordone ombelicale nel corso della vita è compresa tra 1 su 400 e 1 su 200.000.

Inoltre, il sangue immagazzinato non può essere utilizzato, ad esempio, per curare malattie causate da una mutazione genetica, in quanto tale mutazione sarebbe presente anche nelle cellule staminali.

La ricerca attuale afferma che il sangue immagazzinato può essere utile solo per 15 anni.

Per questo si raccomanda di donare il sangue del cordone ombelicale a banche pubbliche, in modo da amplificare le possibilità di utilizzo delle cellule staminali anche per aiutare altre persone.

L'American Congress of Obstetricians and Gynecologists e l'American Academy of Pediatrics affermano che le banche private dovrebbero essere utilizzate solo quando c'è un fratello con una condizione medica che potrebbe beneficiare delle cellule staminali.

Se decidete di depositare e conservare il sangue del cordone ombelicale del vostro bambino, meglio prendere questa decisione per tempo, in quanto bisogna coordinarsi con la banca molto prima che il bambino nasca.
 

Fonti:

  • Webmd.com/ "should you bank your babys cord blood"
  • MayoClinic.org: "What is cord blood banking and is it better to use a public or private facility?"
  • American Congress of Obstetricians and Gynecologists: "Committee Opinion: Umbilical Cord Blood Banking."