X
GO

Fase luteale: il periodo in cui il corpo si prepara ad una possibile gravidanza. Scopriamo in cosa consiste

Fase luteale: il periodo in cui il corpo si prepara ad una possibile gravidanza. Scopriamo in cosa consiste

CHE COS’E’ LA FASE LUTEALE

La fase luteale è una delle quattro fasi del ciclo mestruale, che inizia dopo l'ovulazione e termina quando arriva il ciclo mestruale successivo.

Durante questo periodo, il rivestimento dell’utero normalmente diventa più spesso per prepararsi ad una possibile gravidanza. Se si ha un difetto di fase luteale, tale rivestimento non cresce correttamente ogni mese. E questo può rendere difficile una gravidanza.

La fase luteale è quindi una fase a cui la maggior parte delle donne non presta molta attenzione a meno che non abbia difficoltà a rimanere incinta. Infatti, una fase luteale breve può essere associata alla difficoltà di concepire e ad aborti spontanei all'inizio della gravidanza.

Dopo aver ovulato, il corpo luteo - una struttura all'interno delle ovaie che contiene un uovo in via di sviluppo - collassa e inizia a produrre progesterone. Il progesterone aiuta ad addensare l’utero, in modo che l’eventuale ovulo fecondato trovi un ambiente morbido in cui impiantarsi. I vasi sanguigni crescono all'interno del rivestimento uterino per fornire ossigeno e nutrienti all'embrione in via di sviluppo.

Se l’uovo non si innesta, il corpo luteo muore, smettendo di produrre progesterone, e si perde il rivestimento uterino con l’arrivo delle mestruazioni.

La fase luteale è una parte importante non solo della fertilità femminile, ma anche della salute generale di una donna.

Anche se non si sta cercando di rimanere incinta, i livelli di progesterone sono importanti e fondamentali per mantenere le ossa sane, contribuire alla salute del cuore a lungo termine, dormire bene e sentirsi al meglio.

L'American College of Obstetricians and Gynecologists recentemente ha dichiarato il ciclo mestruale della donna il "quinto segno vitale" – altrettanto importante per la salute della pressione sanguigna o della respirazione - e la fase luteale costituisce uno dei motivi per cui il ciclo mestruale è così importante.

LE 4 FASI DEL CICLO MESTRUALE

Vediamo ora come si colloca la fase luteale all’interno delle 4 fasi del ciclo mestruale.

  1. Fase mestruale

    Inizia con il primo giorno del ciclo in cui si hanno perdite di sangue significative. In assenza di gravidanza le mestruazioni indicano che il corpo perde il rivestimento uterino. La fase mestruale dura circa 5-6 giorni e comporta un innalzamento del livello degli estrogeni.
  2. Fase follicolare o preovulatoria

    Si sovrappone alle mestruazioni per i primi giorni, comporta sia un ulteriore aumento del livello di estrogeni, sia un aumento dell’ormone follicolo-stimolante (FSH), che appunto stimola i follicoli ovarici (strutture composte da un ovocita circondato da uno strato di cellule). Un solo follicolo maturerà e diventerà più grande degli altri, rilasciando infine un uovo maturo. La fase follicolare dura circa 6 giorni.
  3. Ovulazione

    Avviene quando l'uovo maturo viene rilasciato. Il livello di estrogeni sale così come il livello dell’ormone luteinizzante (o ormone LH) che “rompe” il follicolo, che libera l’ovocita, che attraverso le Tube di Falloppio viene trasportato verso l’utero. L’ovulazione segna i giorni più fertili del ciclo mestruale e dura circa 6 giorni, anche se la vita dell’ovocita è di circa 24/48 ore.
  4. Fase luteale o premestruale

    Inizia quando l'uovo inizia a percorrere la Tuba di Falloppio e finisce quando arriva il ciclo mestruale successivo. Alla fine di questa fase i livelli di estrogeno e progesterone calano bruscamente portando alla mestruazione. Se, invece, l’ovulo è stato fecondato si innesca la produzione di HCG o gonadotropina corionica, un ormone prodotto dall’embrione all’inizio della seconda settimana di sviluppo. L'HCG consente al corpo luteo di continuare a produrre progesterone fino alla decima settimana della gravidanza.

COME SI DETERMINA LA FASE LUTEALE?

Attraverso il monitoraggio della temperatura corporea basale, misurata al mattino appena ci si sveglia, così come avviene per l’ovulazione.

Durante la prima parte (fase follicolare) del ciclo, la temperatura in genere è bassa (inferiore ai 37°). Quando si ovula, la temperatura aumenta perché il progesterone stimola la produzione di calore nel corpo. Una volta che si è nella fase luteale, la temperatura corporea basale in genere è più alta dei 37°.

LUNGHEZZA DELLA FASE LUTEALE

Normale fase luteale

Una normale fase luteale può durare da 11 a 17 giorni. Nella maggior parte delle donne, la fase luteale dura da 12 a 14 giorni.

La fase luteale è considerata breve se dura meno di 10 giorni. In altre parole, si ha una breve fase luteale se le mestruazioni arrivano prima di 10 giorni dopo l'ovulazione.

Breve fase luteale

Una breve fase luteale non dà al rivestimento uterino la possibilità di crescere e svilupparsi a sufficienza per supportare l’impianto dell’ovulo e lo sviluppo dell’embrione. Di conseguenza, può essere più difficile rimanere incinta o potrebbe volerci più tempo per concepire.

Lunga fase luteale

Una lunga fase luteale può essere dovuta a uno squilibrio ormonale come la sindrome dell'ovaio policistico (PCOS).

La durata della fase luteale non dovrebbe cambiare con l'età. Ma i livelli di progesterone durante questa fase possono diminuire man mano che ci si avvicina alla menopausa.

CHE COSA È UN DIFETTO DELLA FASE LUTEALE?

Un difetto della fase luteale si può verificare se le ovaie non rilasciano abbastanza progesterone, o se il rivestimento dell'utero non risponde all'ormone.

L’organismo deve produrre abbastanza progesterone per costruire un rivestimento uterino spesso e sano. Se questo non avviene, una spiegazione potrebbe essere che la fase luteale è troppo breve e dura meno di 10 giorni.

Il difetto di fase luteale può comportare diversi sintomi e conseguenze tra cui:

  • Cicli mestruali più frequenti
  • Aborto spontaneo
  • Problemi nel restare incinta
  • Spotting tra i cicli mestruali

Il difetto di fase luteale è stato associato a molti problemi di salute, tra cui:

  • Anoressia
  • Endometriosi
  • Esercizio fisico eccessivo
  • Iperprolattinemia (elevati livelli di prolattina, l’ormone responsabile della produzione de latte materno)
  • Obesità
  • Sindrome dell’ovaio policistico
  • Disturbi della tiroide
  • Stress

In uno studio del 2017 (A prospective evaluation of luteal phase length and natural fertility), le donne con una fase luteale breve avevano più probabilità di fumare rispetto a quelle con una fase più lunga. Fumare potrebbe rendere più breve la fase luteale riducendo la produzione di estrogeni e progesterone nel corpo.

Può essere difficile per il medico diagnosticare il difetto della fase luteale come fonte di altri disturbi. L’esame del sangue potrebbe aiutare a capire cosa sta succedendo, se si analizzano valori quali:

  • Ormone follicolo-stimolante (FSH)
  • Ormone luteinizzante (LH)
  • Progesterone

Anche un'ecografia pelvica può aiutare il medico a misurare lo spessore del rivestimento dell'utero.

Per migliorare le probabilità di rimanere incinta, il medico può trattare il difetto di fase luteale con:

  • farmaci per infertilità, come il clomifene citrato o la gonadotropina umana della menopausa (hMG), che stimolano la crescita dei follicoli
  • hCG, gonadotropina corionica, per aumentare la produzione di progesterone dal corpo luteo
  • progesterone

Normalmente il trattamento di queste condizioni comporta anche la correzione del difetto di fase luteale.

FONTI:

| Indietro